Enclosure/Dome - Atec Robotics

Vai ai contenuti

Enclosure/Dome

Prodotti/Products > Astronomy and Instrumentation

La ATEC Robotics progetta e realizza osservatori astronomici integrati e completi delle opere civili. Le cupole sono assimilate a sistemi integrati e solitamente, se non ben realizzate, sono la maggior causa di interruzioni del servizio. Sono provviste di tutti gli ausiliari necessrari e gestibili dal sistema di controllo che viene fornito anche con protocollo per la comunicazione e gestione da parte del sistema di controllo centralizzato e da parte del sistema di controllo del telescopio (a scelta RS232, RS485, TCPIP, Wireless). Le cupole sono provviste di sensore slave con il telescopio ma possono essere anche pilotate indipendentemente in quanto provviste di un sistema particolare di controllo della posizione angolare assoluta.

Le cupole sono fondamentalmente di due tipi. Una sferica classica ATR-DMS-XXXXX ed una più moderna esteticamente e sfaccettata ATR-DMR-XXXXX. Entrambe le tipologie sono quindi provviste di sistemi ausiliari che possono o meno essere montati, compreso il carroponte. Il modello ATR-DMS-012 (cupola sferica di 12 metri di diametro) ad esempio monta un carro ponte DEMAG che può essere scelto tra le taglie 2.5, 5, 10 tonnellate. Il modello sferico può essere dotato di copertura in vetroresina, di alluminio spazzolato o di pannelli i sandwich di alluminio termici. Una camera d'aria riduce l'energia in ingresso. La camera d'aria è provvista di pannelli di ventilazione. In automatico, se impostato nel sistema di controllo, la cupola si orienta in modo da ottimizzare il flusso d'aria nell'intercapedine riducendo drasticamente la temperatura interna (brevetto) con salti termici anche di 18 gradi tra esterno ed interno.

Le cupole vengono fornite in opera, seguendo la realizzazione dell'interfaccia tra opere civili e cupola che viene fornita con apposita interfaccia di scorrimento dei carrelli folli e di spinta da mettere in opera secondo una semplice procedura e per mezzo di dispositivi di misura dedicato forniti insieme alla struttura.

La movimentazione viene ottenuta per mezzo di motori asincroni (2x o 3x a seconda delle dimensioni) provvisti di inverter o per mezzo di motori brushless. Le velovità minime sono quelle di tracking o con gap di range predisposto dall'utente (target radius), mentre la massima velocità è limitata dal telescopio. Le cupole possono raggiungere i 10-15 gradi al secondo, ma ciò che limita sono i tempi di frenata e accelerazione che possono danneggiare l'interfaccia tra ralla e opere civili. Questo aspetto va solitamente discusso con l'utente finale.

Tutti i modelli e soluzione sono brevettate.

Chiedi maggiori informazioni o depliant

Torna ai contenuti